Centro Studi, le aree e le task force

Il Centro Studi Sviluppo e Società ha cinque aree e tre task force ognuna delle quali ha compiti precisi, obiettivi chiari, scadenze da rispettare. Tutti i gruppi di lavoro dipendono direttamente dalla presidenza. Nei prossimi giorni avremo modo di approfondire. Prima di tutto desideriamo informare sulla struttura completa divisa in:

Area Formazione

Area Eventi Speciali

Area Europrogettazione – insieme per l’Europa

Area Mercati Esteri (Europa, Federazione Russa, Asia) – La diplomazia del business

Area Salute e Benessere

Task force “L’Italia nel cuore d’Europa Tour 2019-2020”

Task Force Comunicazione

Task Force Accordi di collaborazione

workshop

Annunci

Professionisti della bellezza, rinnovato l’accordo con Assomodacapellimediterranea

La presidenza del Centro Studi Sviluppo e Società ha rinnovato l’accordo di collaborazione con Assomodacapellimediterranea, realtà che dal 2001 si occupa di elaborare e promuovere progetti dedicati al mondo dell’Alta acconciatura e dei professionisti della bellezza (make-up artist, estetiste) in Italia, in Europa, nella Federazione Russa. Al team di Assomodacapellimediterranea un ringraziamento e l’augurio di un proficuo lavoro.

assomoda

1999-2019 un “logo speciale” per festeggiare i 20 anni del Centro Studi

Il presidente del Centro Studi Sviluppo e Società Saverio Polizzi presenta il “logo speciale” che utilizzeremo per le nostre iniziative nel corso di tutto l’anno 2019 in occasione dei festeggiamenti per i vent’anni dalla fondazione del Centro. Dal 2020 torneremo ai nostri marchi ufficiali.

Il logo, volutamente semplice, rappresenta in sintesi la storia del  Centro Studi Sviluppo e Società fondato dall’attuale presidente nel 1999.

Oltre al nome del Centro possiamo notare la scritta che ricorda l’importante traguardo raggiunto 1999-2019 e lo slogan “L’Italia nel cuore d’Europa”.

Abbiamo deciso di inserire tre bandiere che rappresentano il filo della nostra storia ventennale: quella italiana per ricordare con orgoglio le nostre radici, quella europea per sottolineare il nostro impegno e sostegno alle comunità italiane all’estero che tanto hanno contribuito e contribuiscono alla crescita e allo sviluppo dell’intera Europa, quella russa per rilanciare con forza un messaggio di pace e amicizia tra i popoli e per non dimenticare quanto il nostro Centro Studi ha fatto per promuovere iniziative culturali e imprenditoriali tra Italia, Europa, Federazione Russa.

Il Centro Studi Sviluppo e Società resterà sempre come dal 1999 un luogo apartitico e apolitico di dibattito, incontro, analisi, proposta, con l’obiettivo di costruire ponti di dialogo che consentano di cogliere opportunità di amicizia, collaborazione, lavoro, non lasciandosi condizionare da tensioni geopolitiche di varia natura.

Nuovo Logo 2019 Centro Studi

Area Benessere e Salute, si rinnova l’accordo con Andrea Busalacchi

La presidenza del Centro Studi Sviluppo e Società ha il piacere di comunicare l’intesa raggiunta con il professore Andrea Busalacchi per la proroga dell’accordo di collaborazione sino al 30 giugno 2020. Il professore, chimico farmaceutico, nutrizionista e cosmetologo, mantiene le cariche di responsabile Area Salute e Benessere e coordinatore scientifico del nostro Centro Studi. Andrea Busalacchi da qualche anno si occupa, tra le tante cose, anche di alimentazione e dieta italo-russa, ricordiamo il bel convegno svoltosi un anno fa a Milano. Il presidente del Centro Studi Sviluppo e Società Saverio Polizzi ringrazia il professore per l’impegno profuso e il prezioso lavoro. Siamo orgogliosi di averlo ancora nel nostro team.

Andrea Busalacchi

Progetto Italia-Caucaso, prorogata l’intesa

La presidenza del Centro Studi Sviluppo e Società ha il piacere di comunicare l’intesa raggiunta con Luca Pingitore per la prosecuzione dell’accordo di collaborazione per la realizzazione di comuni iniziative. A Luca Pingitore, responsabile del Progetto Italia-Caucaso, tra i protagonisti dell’associazione di viaggiatori indipendenti Otra, persona competente e sempre disponibile nei percorsi di amicizia tra i popoli, il presidente Saverio Polizzi augura un proficuo lavoro e la nascita di progetti comuni con il nostro Centro Studi.

pingitore

Italia-Russia, alcuni appuntamenti per novembre

Mese di novembre ricco dal punto di vista degli eventi dedicati al mondo Italia-Russia. Vogliamo segnalarne due in particolare:

Quest’anno in Russia si terrà la terza edizione della Settimana della Cucina italiana nel mondo.

L’evento, in programma dal 19 al 25 novembre p.v., ha l’obiettivo di far conoscere le eccellenze italiane della cucina e dell’agroalimentare nel territorio della Federazione Russa.

http://www.ccir.it/ccir/19-25-novembre-2018-russia-settimana-cucina-italiana-nel-mondo/

La prossima sessione della Task  Force italo-russa sui distretti e le PMI si svolgerà in Italia, a Firenze, dal 29 al 30 novembre p.v.

La Task Force è un foro economico-istituzionale, cui sono chiamate a partecipare le principali realtà italiane e russe preposte  allo sviluppo ed all’internazionalizzazione delle PMI.

http://www.ccir.it/ccir/29-30-novembre-2018-firenze/

gorgonzola_calendario_eventi_index

XI Forum Eurasiatico, le conclusioni

Lo scorso 26 ottobre si e’ conclusa l’edizione numero 11 del Forum Eurasiatico di Verona. Oltre 1.100 le aziende partecipanti, numerosi gli accordi commerciali firmati. Riportiamo un commento di Antonio Fallico, organizzatore dell’evento, tratto da Askanews.

Con la Russia “bisogna avere il coraggio di passare da una mentalità mercantile a una mentalità industriale”. Così il presidente di Conoscere Eurasia e di Banca Intesa Russia Antonio Fallico a chiusura del XI Forum Economico Eurasiatico di Verona. Fallico chiude in questo modo il secondo giorno del Forum eurasiatico di Verona, dopo la giornata più “politica” di ieri, con la partecipazione del vicepremier Matteo Salvini, oggi un venerdì estremamente concentrato sul business.

Il Forum si era aperto all’indomani dell’incontro tra il presidente del Consiglio Giuseppe Conte e il presidente russo Vladimir Putin al Cremlino. “Da un punto di vista formale è andato al di là delle attese: sono stati firmati 13 documenti e questa volta il 13 ha portato bene”, ha detto Fallico sottolineando il tempo prolungato dedicato dal leader russo all’evento. “Ma da questo livello istituzionale si deve passare” a un nuovo livello per “andare a perseguire i propri interessi”. Secondo Fallico, “come i tedeschi insegnano”, mettendo l’accento sul fatto che “a breve ci sarà tra il presidente russo e il business tedesco”.

Sempre da Askanews riportiamo la dichiarazione di Veronika Nikishina ministro per il commercio della Commissione Eurasiatica:

L’Unione economica eurasiatica ha già firmato accordi commerciali con la Cina, l’Iran e il Vietnam. “Con altri Paesi, extra Ue, abbiamo avviato colloqui per il libero scambio. E questo potrebbe cambiare presto e completamente la struttura del mercato nell’Eurasia. C’è già un accordo con il Vietnam per il libero scambio, quest’anno abbiamo abbiamo firmato anche con l’Iran e con la Cina. E poi ci sono altri 5 accordi sulla buona strada”. Lo ha detto il ministro per il commercio della Commissione Eurasiatica, Veronika Nikishina dal XI Forum economico Eurasiatico di Verona.

Formazione